CONTE ATTACCA SALVINI E MELONI: DICONO MENZOGNE

CONTE ATTACCA SALVINI E MELONI: DICONO MENZOGNE

10 Aprile 2020 Off Di Italia24h

Oggi, 10 Aprile 2020 ore 19:30, è stata appena rilasciata la conferenza stampa di Conte in cui possiamo scorgere diverse novità e precisazioni

La conferenza stampa è cominciata con una notizia che già si sapeva, la proroga delle misure restrittive fino al 3 Maggio: “Prolungheremo le misure restrittive fino al 3 maggio, in accordo con tutte le parti interessate. È necessario per poter mantenere i risultati raggiunti.”

Ha poi spiegato agli italiani che è necessario rispettare ogni misura anche, e soprattutto, in questo periodo di festività pasquali.
Però ha comunque avvisato: “Non siamo nella condizione di ripartire a pieno regime, ma vi prometto che se vi saranno mutazioni delle condizioni prima del 3 maggio, rivedremo la proroga delle misure di contenimento.

Dov’è la differenza?

Riapriamo librerie, cartolibrerie, negozi di articoli per l’infanzia, silvicoltura, attività forestali” questa è la differenza sostanziale in questo nuovo periodo di quarantena.

Ha poi annunciato la creazione di un nuovo team di esperti che sarà affiancato al comitato tecnico-scientifico. Il gruppo di esperti sarà presieduto da Vittorio Colao e geni italiani nel mondo. “Ci daranno una mano per progettare la fase 2, tenendo conto della salute ma anche del mantenimento della qualità della vita delle persone.”

Sull’apertura delle aziende e protocollo sicurezza lavoro

“Già siglato il protocollo di sicurezza sul lavoro. Esorto le aziende a sanificare i luoghi di lavoro e iniziare a predisporsi a recepire le misure di sicurezza già da ora. Il protocollo verrà ulteriormente aggiornato e diffuso. La ripartenza del tessuto produttivo dipende anche dalle aziende.”

Precisazioni Sull’Europa

Veniamo ora all’Europa. Sono necessari 1500 miliardi di euro. “Questa è la sfida più importante per l’UE e per il mondo intero e richiedono risposte adeguate.”
Le proposte europee di ieri sono un primo passo ed Il ministro Gualtieri ha lavorato bene, ma concorda con me nella non sufficienza di questi provvedimenti.

Poi aggiunge: “Ci sono strumenti già significativi: BEI e SURE. Ma la nostra battaglia è per l’Eurobond, l’unico strumento adeguato alla situazione.”

Poi l’attacco a Salvini e Meloni

“Il dibattito sul MES nel nostro paese è vivace, tra tutte le parti politiche e tra gli italiani tutti. Ma occorre che sia fatto con chiarezza e senza falsità. Occorrono precisazioni sullo strumento MES.

Devo fare nomi e cognomi dei responsabili di coloro che diffondono falsità: Giorgia Meloni e Matteo Salvini. Da ieri notte vanno dicendo che l’Italia avrebbe firmato accordi segreti, ma così non è: l’Italia non ha bisogno del MES e non ha attivato questo strumento che è inadeguato ed inadatto alla situazione.

L’appello agli italiani

“Per avere forza nella trattativa abbiamo bisogno di voi, italiani. Basta con queste polemiche dalle opposizioni, non danneggiano me, ma la nostra reputazione d’Italia. Non vogliamo compromettere la nostra forza di dialogo con i paesi del nord Europa.

Poi la conferema: “Io non firmerò nulla finché non avremo un ventaglio di strumenti adeguati ad affrontare la sfida che stiamo affrontando. Non cederò nelle trattative e sono sicuro che con la nostra tenacia convinceremo l’Europa a venirci incontro in questo momento così importante.”

La risposta di Salvini

“USARE la tivù di Stato per dire falsità e fare un comizio contro Salvini e contro le opposizioni è roba da REGIME, roba da Unione Sovietica.

Perché non hanno bloccato il MES? Perché il PD vuole la tassa patrimoniale? Perché i 5Stelle vogliono ancora bloccare la TAV? Perché Leu vuole tassare la casa e i risparmi degli italiani? Dov’è la cassa integrazione promessa? Quando arrivano davvero i soldi? Che fine ha fatto il blocco dei mutui per chi è in difficoltà? Cosa fanno per aiutare chi non ce la fa a pagare affitti, rate e bollette? Perché non aiutano davvero partite IVA e autonomi? Quando arriveranno i soldi promessi alle imprese? Sempre #colpadisalvini???

Altro che “collaborazione”, che delusione signor Conte. “

Matteo Salvini