Coronavirus, a Napoli aumentano i medici infetti

Coronavirus, a Napoli aumentano i medici infetti

13 Marzo 2020 Off Di Redazione

A Napoli i medici infetti sono sempre di più e le scorte sanitarie non si trovano

Cresce il numero di casi fra i medici e diminuiscono le scorte di protezione individuale, le mascherine. Tant’è che il manager della Asl Napoli 1 ne ha dovute comprare 1,5 milioni dalla Turchia, arriveranno lunedì.

I casi di covid-19 fra i medici e infermieri erano prevedibili, infatti ad oggi sono 20 i medici di Napoli risultati positivi al coronavirus. Molti di questi sono in quarantena volontaria per non contagiare i pazienti. Altri pur avendo febbre e tosse rifiutano il ricovero ma preferiscono stare a casa.

Il 118 è quello che soffre di più per ora, fra turni pesanti e aggiunte di nuove mansioni il personale è allo stremo, oltre ai prelievi dei malati, ora fanno anche il tampone domiciliare, questo comporta perdita di tempo per prendere le adeguate precauzioni più il tempo per sanificare l’ambulanza dopo.

Insomma, come sempre, nei momenti di crisi si deve fare affidamento alle persone che sempre di più vengono ignorate. Flotte di autisti infermieri e medici e coordinatori che non impiegherebbero neanche due secondi a dire ” ciao” e a lasciare, ma come sempre chi fa il proprio lavoro per passione resta.