Connazionali positivi al CoronaVirus a Tenerife, Algeria, Grecia. Un caso in Brasile: è il primo in America Latina

Connazionali positivi al CoronaVirus a Tenerife, Algeria, Grecia. Un caso in Brasile: è il primo in America Latina

26 Febbraio 2020 0 Di Matteo Marcelli

Si registrano diversi casi di connazionali positivi al CoronaVirus, uno in Algeria, è un italiano arrivato il giorno 17 febbraio da Bertonico, comune di Lodi. Cinque in Spagna, che si aggiungono agli altri otto confermati nelle scorse ore. L’ultimo è un ragazzo di 22 anni che era stato a Milano tra il 22 ed il 25 febbraio. Il giovane, di nazionalità spagnola e residente nel capoluogo catalano, è ricoverato da ieri all’ospedale di Barcellona. Vi è anche un nuovo caso in Grecia, si tratta di una donna di 38 anni tornata da poco dall’Italia.

E c’è il primo contagiato in Brasile, che è anche il primo in America Latina: è un uomo rientrato da un viaggio di lavoro fatto in Italia il 21 febbraio scorso. Misura drastica di Pechino: da oggi chi atterra nella capitale da Paesi colpiti dal coronavirus è tenuto a un periodo di 14 giorni di quarantena. Con il contagio allargatosi anche in Europa, Medio Oriente e Asia, il portavoce della commissione sanitaria di Pechino, Gao Xiaojun, ha spiegato che chi arriva “da aree con gravi situazioni epidemiche deve accettare di stare a casa o nei punti di osservazione medica per un periodo di 14 giorni”. La Turchia sconsiglia i viaggi nelle regioni colpite dal coronavirus in Italia “a meno che non sia necessario”. A indicarlo è il ministero degli Esteri di Ankara, che applica la stessa raccomandazione all’Iraq.

Fonti: Il Fatto Quotidiano, Ansa e Repubblica